Pubblicato da: Emanuele Codispoti | 10 gennaio 2010

Ancora sul curculionide

Cari amici rieccoci qua.
Come vi avevo promesso eccovi qualche aggiornamento sul punteruolo rosso delle
palme, che continueremo a chiamare “simpaticamente” curculionide. Anche se,
dopo aver visto la “corona” di un tronco di palma completamente svuotata e piena
di larve, vi posso assicurare che di simpatico resta veramente poco.


Dunque dunque… mentre il nostro curculionide continua a riprodursi
all’interno del nostro territorio, e diverse nuove palme colpite ne sono la
prova, il mese scorso, precisamente il 12 dicembre, si è svolto a Soverato un
importante convegno dibattito: “
Il
punteruolo rosso delle palme: riconoscerlo per tutelare l’ambiente ed il
paesaggio
”.

Al convegno, organizzato dal Lions Club di Soverato, hanno partecipato:


Rag. Nicola Montepaone – Ass. all’Agricoltura Provincia Catanzaro


Dott. Ing. Gen. Vincenzo Caracciolo – Com. Reg. Corpo Forestale dello Stato
Reg. Calabria


On. Piero Amato – Ass. all’Agricoltura Foreste e Forestazione Reg. Calabria


Dott.ssa Sabrina Blasco – Dirigente Serv. Fitosanitario Dip. Agricoltura Reg.
Calabria


Dott. Francesco Cufari – Divulgatore Arssa Serv. Fitosanitario Reg. Calabria


Dott. Orlando Donato – Resp. Ufficio Sviluppo del Territorio Unione dei Comuni
Versante Jonico


Dott. Francesco Scalfaro – Pres. Ordine Dott. Agronomi e Forest. Catanzaro


Al dibattito erano inoltre presenti Wanda Ferro, Presidente
dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro ed il sindaco di Soverato,
Raffaele Mancini.


Grandi assenti invece i sindaci dei paesi colpiti dall’infestazione: Badolato,
Isca e Sant’Andrea. Peccato. Probabilmente è stata persa un’importantissima
occasione di sapere come si possa operare al fine di salvaguardare le palme ancora
non colpite, di sapere se Provincia e Regione hanno pensato di istituire un
fondo o un contributo per lo smaltimento delle palme colpite o se esiste già
una normativa riguardante le modalità di tale smaltimento.


Insomma era l’occasione per porre domande e confrontarsi con le più autorevoli
cariche regionali su un problema che, finora, ha colpito in particolar modo i
privati cittadini.

Annunci

Responses

  1. Ma senon sono stati capaci di risarcire chi ha fatto regolare richiesta per i danni dell’alluvione del 2000, [mentre molti comuni di tutta Italia con la stessa Legge "Soverato lo hanno fatto" ed in tempi ragionevoli]non sono stati capaci di cogliere al volo l’occasione di partecipare al parco eolico, [vantaggi econominci per tutti i cittadini e per il territorio]non sono stati capaci di redigere un regolamento edilizio chiaro e conforme alla Legge (bocciato per 2 volte) [per i "non addetti ai lavori" può sembrare una cosa da poco ma é molto importante per l’economia andreolese]non sono stati capaci di installare 2 autovelox sulla 106 per "stangare" i "piloti" spericolati, [sappiamo quanti morti ci sono stati]non sono stati capaci di utilizzare internet per presentare e richiedere documenti, [molte pratice potrebbero essere presentate e ritirate senza muoversi da casa, come in altri comuni più avanzati]e molto altro …tu pensi che gli può interessare qualcosa delle palme?

  2. In realtà mi chiedo di "cosa" gli interessi!!!!

  3. … comandare ?

  4. L’unica palma della costa jonica che resiste ancora è quella dell’amico emanuele (sfondo blog)……….lui l’aveva previsto questo punteruolo rosso…….sei un grande!!!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: