Pubblicato da: Emanuele Codispoti | 14 novembre 2008

Risparmio energetico

Ogni luogo in cui l’uomo svolge la sua attività giornaliera, necessita di energia. Consumiamo energia ogni volta che accendiamo la televisione o una lampadina, il riscaldamento o il condizionatore, ogni volta che usiamo la macchina o il motorino, quando facciamo una doccia, quando usiamo carta, quando facciamo la spesa. Tutte le cose che ci circondano hanno bisogno di energia per funzionare o comunque ne hanno avuto bisogno per essere prodotte.

Per rendere disponibile questa energia vengono bruciate ingenti quantità di combustibili fossili, provocando l’emissione in atmosfera di gas ad effetto serra (biossido di carbonio, metano, ecc.). Il principale gas serra (per quantità) emesso dall’attività umana è la CO2 (anidride carbonica o biossido di carbonio).

L’elevata quantità di questi gas va ad alterare gli scambi di energia tra l’interno e l’esterno dell’atmosfera, causando una variazione degli equilibri climatici del nostro pianeta. E’ stato previsto che la temperatura della Terra aumenterà di 1 – 3,5 gradi centigradi nel corso del secolo. La riduzione dei consumi di energia è allora il primo passo per minimizzare gli effetti negativi dell’azione umana sui cambiamenti climatici.

[…] Ognuno di noi deve cercare di fornire il proprio contributo, anche se piccolo, per minimizzare gli effetti negativi dell’azione umana sui cambiamenti del clima.”

Fatta questa piccola premessa, vediamo cosa possiamo fare noi nel nostro piccolo.

Tutte le volte che spegniamo il televisore, il lettore dvd o lo stereo con il telecomando, il nostro elettrodomestico entra in stand-by, ovvero è in attesa che lo riaccendiamo. Spie di questa funzione sono lucine colorate (generalmente rosse) e orologi digitali che rimangono accesi. Ciò significa che il nostro apparecchio continua a consumare corrente: dai 4 ai 12 watt per ora. Può sembrare poco, ma alla fine per ogni elettrodomestico diventano dai 30 ai 90 kwh di energia elettrica consumata all’anno (che corrispondono ad un’emissione di 21,6 – 64,8 kg di CO2) e un aggravio in bolletta di 20 – 40 euro l’anno.

E un’amministrazione comunale, cosa può fare?

Da qualche giorno gli abitanti del nostro bel paesello avranno sicuramente notato gli operai della ditta incaricata di montare l’illuminazione per le festività che si avvicinano. Già l’anno scorso si era parlato di luci natalizie, nello specifico dell’inopportunità (e inutilità) di tenerle accese tutta la notte. Ovviamente non si tratta solo di un problema economico, installare un timer sarebbe infatti un gesto di buon senso e di civiltà verso tutti. Uno di quei piccoli gesti che, unito a quelli di tanti altri, può fare la differenza perchè il risparmio energetico è un impegno comune, di tutti… partendo proprio dai piccoli gesti.

 

 

 

Commenti

 

 

Da:

Visualizza Windows Live Spaces

Ulteriori informazioni

 

ROBERTO

Inviato: 16 novembre 15.36

Manu innanzitutto ti devo dare i complimenti per l’articolo….ci sta’ come sempre….cmq speriamo che non li accendono adesso altrimenti altro che risparmio energetico….ma scusate l’affitto non si paga per noleggiare queste luci?come funziona?

 
 

Da:

Visualizza Windows Live Spaces

 

GiuSti

Inviato: 17 novembre 19.19

Io penso che si potrebbe proprio fare a meno di questo spreco di soldi (riferito naturalmente a tutta la "società civizzata") utilizzandoli per       qualcosa di vitale importanza per gli esseri umani di serie C !
—————————————————

Qualcuno disse: «Sia la luce!». E la luce fu.
Totò rispose: e io pago!

 

 

 

      Da: Carmen

    Inviato:

18 novembre 23.24

Sorpresa delle sorprese anche a Davoli si sono portati avanti col lavoro e da domenica le luminarie natalizie sono accese anche qui!
Ma dico io: ci danno i sacchetti per la differenziata (carta, vetro, plastica, alluminio) e poi sperperiamo l’Energia così???Natale dal 16 novembre???Manu secondo me il cervello lo utilizzano a scomparti,senza connettere uno spazio con l’altro!Ci vuole così tanto a capire che le luci,se proprio ne sentiamo tutto questo bisogno,si possono accendere l’8 dicembre???Mah!!!E poi noi parliamo di energia pulita e di sviluppo sostenibile…parole parole parole…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: