Pubblicato da: Emanuele Codispoti | 2 novembre 2008

Il pomo della discordia

Anche se siamo già a novembre oggi parliamo di un mese stupendo… ottobre! Ottobre tempo di vendemmia, di castagne, di funghi, di olive… e da qualche parte anche di mele.

Accade dunque che la nostra amministrazione, in occasione della festa della mela (Mele Vallèe 2008) tenutasi domenica 12 ottobre scorso in Val d’Aosta nel paese con noi gemellato, abbia organizzato un viaggio, o una gita non saprei come definirlo, per partecipare all’evento. Immagino che molti di voi non lo sappiano, ma “Il nostro centro si è arricchito dal 2002 del gemellaggio con l’incantevole cittadina valdostana di Antey Saint Andrè”. E immagino anche che nessuno di voi sia stato invitato o abbia, anche solo per sbaglio, visto affisso in giro per le strade o negli esercizi pubblici un avviso che comunicava a quanti volessero partecipare di contattare il nostro comune, o un incaricato.

Niente. Non si è saputo nulla…

Poniamoci allora, come sempre, qualche domanda. Una di queste, che spesso fa anche un mio amico, è: A CHE PRO?

Mi spiego meglio. Ma per farlo dobbiamo partire dalla definizione di gemellaggio.

Il gemellaggio è un legame simbolico stabilito per sviluppare strette relazioni politiche, economiche e culturali. Esistono vari tipi di gemellaggio, fra istituzioni, enti, scuole. Queste unioni vengono messe in essere per favorire relazioni umane e culturali tra i due soggetti o enti che effettuano il gemellaggio. Il gemellaggio più conosciuto è quello costituito fra due Città o Paesi dello stesso Stato o di stati diversi.

Tali gemellaggi vengono messi in essere tra paesi, a volte anche lontani fra di loro, ma che hanno, nelle loro storie o origini, punti in comune nei quali riconoscersi. A tale scopo le amministrazioni comunali, nel caso di città, o i soggetti, nel caso di altri tipi di gemellaggio, portano avanti una serie di iniziative atte a rafforzare il rapporto tra i due gemellati e far conoscere le loro realtà all’altro. Tra le varie iniziative si possono annoverare viaggi-scambio fra componenti delle due realtà o iniziative comuni come concerti, convegni o mostre.”

Detto questo quindi, torniamo alla prima domanda (a che pro?) che nel frattempo si è evoluta in: a cosa serve il gemellaggio con un altro paese se la comunità non ne trae alcun vantaggio?

Perchè, ad esempio, non sono stati coinvolti gli operatori commerciali e turistici del nostro paese? Non avrebbero potuto partecipare gli uni con stand d’artigianato o di prodotti enogastronomici della “nostra terra” e gli altri anche solo con banchetti informativi per promuovere ognuno le proprie strutture?

Chi, come, e soprattutto a che titolo, fa conoscere il nostro paese agli abitanti di Antey quando non abbiamo nemmeno un volantino fronte/retro che indichi la strada per arrivare fin qui?

 

 

 

 

Commenti

 

 

Da:

Visualizza Windows Live Spaces

Ulteriori informazioni

 
Andrea

02 novembre 12.35

…e chi ha goduto del viaggio?…viaggio sicuramente spesato dall’amministrazione (dunque dalla collettività)…!!…non so perchè ma una vaga idea forse ce l’avrei…Ma cavolo ma almeno avessero portato i ragazzini delle medie (non dico tutti ma una rappresentanza almeno)…quella si che sarebbe stata una bella esperienza formativa per loro…che tristezza!!!

 

 

 

Visualizza Windows Live Spaces

Ulteriori informazioni

 

Eccoci qui… visto che in tanti, incuriositi dall’articolo, mi avete chiesto informazioni più dettagliate su chi e su come, ma soprattutto per sentire "l’altra campana", vi do il link del blog di Christian Cosentino (che da oggi potrete trovare anche nell’elenco "blog e siti amici") dove potete andare a leggere un resoconto del viaggio ad Antey

 

http://blog.libero.it/christiancosent/

 

Per i più curiosi c’è anche una galleria fotografica dove vedere alcune immagini della giornata

 

http://www.flickr.com/photos/31446104@N06/sets/72157608215062518/detail/

 

 

 

Visualizza Windows Live Spaces

Ulteriori informazioni

 

Su segnalazione dell’amico Roberto correggiamo il link della galleria fotografica per vedere le immagini dell’evento di Antey

http://www.flickr.com/photos/31446104@N06/sets/72157608651637102/detail/

 

Da:

Visualizza Windows Live Spaces

Ulteriori informazioni

 
danilo

06 novembre 14.22
ciao non capisco se il pomo o il pumo della discordia, comunque meglio così sai che palle arrivare fino a lassù!!!! poveri ragazzi.,Effettivamente per le publiche relazioni  questa amministrazione non è il massimo comunque va bene ugualmente,buon lavoro all’ amministrazione e quanti si espongono affinchè sì migliori la qualità della vita e dei servizi a Sant’ Andrea jonio, publici e privati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: