Pubblicato da: Emanuele Codispoti | 28 luglio 2008

Il grande bluff

Voi credete alle coincidenze..? Io sto iniziando ad essere un po’ scettico al riguardo… soprattutto se si parla di Sant’Andrea e soprattutto se la zona interessata è quella compresa tra il fosso Cupito e la fiumara di Alaca.

Accade dunque che un’iniziativa di interesse nazionale assuma aspetti dai contorni poco chiari quando ti trovi sulla spiaggia prima, e da pochi giorni anche sugli accessi ad essa (Piraredda e Vallone di bruno), cartelli che segnalano un “Sito di nidificazione della tartaruga marina Caretta caretta”. Soprattutto poi se il sito di nidificazione era in realtà a San Sostene, e soprattutto se la zona in cui sono state spostate le uova (e ritenuta più sicura) ricade guarda caso in quel tratto di costa dove si vorrebbe costituire l’oasi protetta. Piccolo particolare non notato dalle associazioni è che il luogo, oltre a trovarsi a ridosso di un’area in cui è vietata la balneazione, è totalmente isolato, cosicché risulta difficile un controllo assiduo della zona. E, come sempre accade, dove non c’è controllo non c’è legge!

Nelle scorse settimane avevo raccolto delle foto per documentare come, in maniera un po’ goffa e precaria, le associazioni ambientaliste avessero “protetto” questo sito ad alto interesse e come fosse in realtà poco sicuro. Il tempo mi ha dato ragione. Le foto scattate qualche giorno fa dimostrano come non solo non sia stato rispettato il divieto di transito sulla spiaggia, ma qualcuno ha pensato bene di fare una passeggiata all’interno dell’area recintata!

Adesso speriamo solo di non ritrovarci, per la schiusa delle uova, le televisioni e i giornali di mezz’Italia a raccontarci cazzate sulla spiaggia dove queste associazioni vorrebbero creare un’oasi e dove invece il comune prevede chilometri di asfalto e cemento.

Gentilmente, evitate di prenderci per il culo!

Annunci

Responses

  1. Oh ma che schifo ! asfalto e cemento ? Da me questo non succede pero? perchè la popolazione si ribella fa scandali, poi siamo fortunati perchè il sindaco lotta anche per la salvezza della natura. Ci sono luoghi ultra protetti. Non mi piace quest’ipocrisia. Coincidenza ? si…

  2. Errata corrige
    Dopo attento e nuovo sopralluogo (pochi minuti fa) mi sono accorto che i cartelli che segnalano il sito di nidificazione sono stati apposti a tutti gli accessi alla spiaggia compresa tra la fiumara di Alaca e l’Orso Polare.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: