Pubblicato da: Emanuele Codispoti | 19 aprile 2008

Ultime dal mondo dello sport

E’ di questi giorni la notizia che il campo di calcio “Antonio Lucifero” è stato squalificato per inagibilità. L’Andreolese giocherà quindi domenica pomeriggio a Davoli, tra le proteste di alcuni giocatori ed il disagio dei tifosi che dovranno spostarsi.

Assessore allo sport squalificato per un anno, campo di gioco dichiarato inagibile… niente male come politica sportiva.

A noi non resta che metterci comodi e goderci, in attesa del campo nuovo o perlomeno della ristrutturazione e messa in sicurezza di quello vecchio, gli eventi sportivi e musicali che vengono organizzati nel Palazzetto dello Sport!

Annunci

Responses

  1. Apprendo in questo momento che il numero uno dell’Andreolese si è autosospeso e non giocherà fin quando non sarà risolta la questione del campo sportivo.

  2. …pungente…ma quanti ne fai inca…volare là!!?? :-)…sei un grande!!! 
    Comunque…beh dai Manuè…del campo non regolare si sapeva da sempre direi…su tutto il resto…no-comment…anzi un piccolo comment sì…sul tuo comment (scusa il gioco di parole, era simpatico però ;-)!! )…capisco lo smacco del campo e le "ingistuzie" della giustizia sportiva, però addirittura l’autosospensione!!!!…non ci si rende mai conto dei danni che l’ego (a volte il super-ego) di qualcuno può arrecare al prossimo…immagino che il gesto non porterà un gran cambiamento, almeno a breve; anzi sì…forse, vista la qualità del giocatore (ma ignorando io l’esistenza di una valida alternativa) e il ruolo che ricopre (e per la categoria in cui gioca) un cambiamento, e negativo, ci sarà e sarà nel campionato dell’andreolese…
    Le proteste intelligenti sono quelle utili!!!!…quindi…"numero uno"…mettiamo da parte l’orgoglio e non affossiamo la squadra ancora di più…ragà avete creato una bella realtà calcistica (e non potete capire quanto vi invidio e quanto avrei voluto poterne fare parte io ai tempi del mio liceo…quando invece il calcio andreolese era solo un pallido ricordo)…che sta subendo un lieve flessione…cerchiamo di tenerla in vita e riportarla su!!!!!
    Saluti a tutti!!!
     
     

  3. Ciao carissimo, è di poco più di un’ora fa l’articolo di Domenico Cosentino sull’argomento e lo puoi leggere all’indirizzo:
     
    http://miku63.spaces.live.com/default.aspx
     
    Per quanto riguarda me… beh, non sono poi tanti quelli che s’incazzano… non ancora almeno 😉

  4. …minchia…altro che pungente quello di Domenico…un mega spiedino…ha infilzato un po’ tutti…anche se (e lo dico da totale ignorante sui fatti e sui comportamenti tenuti dagli interessati) mi sa un po’ di sparata a zero su tutto lo "sparabile":-)…però magari (e sottolineo magari…sta per "forse") se la sono meritata…mi sa che gli animi andreolesi bollono…anzi gorgogliano…(che non so se significa qualcosa ma da il senso…"glu glu glu")!!!…
    Saluti a tutti

  5. Cmq e’ una vergona,amesso il campo e dopo tanti anni ancora ci ritroviamo con un campo non accessibile…..
    I muri sono di una pericolosita’ inaccessibile…..adesso non ricordo cmq ho visto che un ragazzo di 15 anni ha perso la vita durante una partita di calcio urtando vicino alla linea bianca di gioco ha una fontana scoperta…..e’ una vergogna morire a 15 anni…….
    Spero che si prenderanno provvedimenti e speriamo che il prossimo anno se il campo non verra’ costruito, non si giochera’ perche’ basta un’attimo per spezzare una vita di un giocatore…..E poi con chi c’e’ la prendiamo!!!!!!!
    Ciao MaNu e ciao Andrea……

  6. La questione dell’agibilità dei campi sportivi non è un problema che riguarda solo il Comune di S. Andrea, ma riguarda anche molti altri campi sportivi.
    Dopo gli incidenti anche mortali avvenuti in alcuni campi, con le inchieste della magistratura in corso, gli omologatori non sono più disposti a derogare sulle dimensioni dei campi e soprattutto sulle condizioni minime di sicurezza, in particolare sulle distanze degli ostacoli fissi dal perimetro di gioco.
    Data la posizione del campo, risulta molto complicato ed oneroso adeguare il campo esistente, nè è semplice per gli amministratori trovare il terreno e reperire i fondi per realizzare un campo sportivo nuovo, anche in virtù dei tagli delle ultime finanziarie agli enti locali.
    Quindi, il problema non potrà essere risolto in tempi relativamente brevi.

  7. So benissimo che il problema non riguarda solo il nostro paese e che insieme al campo sportivo di S.Andrea sono stati squalificati un’altra trentina di campi (almeno così mi è stato detto). E’ ovvio che non riguarda nemmeno la società sportiva, se avesse la possibilità finanziaria di farsi un campo di calcio non militerebbe certo in terza categoria e noi non staremmo qui a parlarne!
    Se i calciatori ed una parte dei sostenitori sono scontenti è perchè gli sono state fatte promesse da questa amministrazione che non sono state mantenute. Tra l’altro credo sia questo anche il motivo per cui si dimise l’allora presidente Domenico Cosentino.
    E’ ovvio che poi, quando arriva la squalifica del campo per inagibilità ed una squadra si vede costretta a dover giocare in un altro paese, ti chiedi che fine abbiano fatto quelle promesse. o anche che fine abbia fatto il campo sportivo che l’ing. Sainato avrebbe dovuto realizzare all’interno del Villaggio Sant’Andrea come contributo per l’urbanizzazione.
    Chissà…. forse era solo un’altra leggenda metropolitana!

  8. Caro Giuseppe, il tuo tentativo di "difesa d’ ufficio" dei nostri amministratori, peraltro portando argomentazioni plausibili, è apprezzabile.
    Riconosciuto questo però devo rilevare, facendo appello all’ onestà intellettuale che ho ritrovato in te, tutte le volte che abbiamo avuto modo di scambiare serenamente le nostre  diverse opinioni, che laddove queste difficoltà economiche e logistiche vi sono ora è altrettanto vero che  vi erano già in passato, ma ciò non ha impedito ai nostri amministratori di annunciare che il nuovo campo sarebbe stato pronto in tempi brevi.
    Detto ciò, il fatto che una promessa pre-elettorale non si concretizzi, non è una novità, e non solo a Sant’ Andrea, ma dato che quella promessa è stata più volte reiterata pubblicamente e perentoriamente, e gli Andreolesi si ricordano anche in quali occasioni, è troppo pretendere che alla luce dei nuovi fatti i nostri amministratori dicessero ufficialmente, cosa oggi effettivamente impedisce la risoluzione del problema dell’ omologazione del nostro campo sportivo nei termini che  loro stessi e non altri avevano prospettato, e cioè con la realizzazione di un nuovo impianto..? Non sarebbe un modo per dimostrare considerazione e  rispetto nei confronti di quegli elettori che anche in virtù di quella promessa hanno accordato loro il voto…? O dobbiamo accontentarci sempre dei "si dice.." e rassegnarci a non avere mai un posizione ufficiale su come stanno le cose..? Ciao e a presto.

  9. Non vorrei passare per difensore dell’amministrazione, non ne ho bisogno in quanto sono sostenitore di questa amministrazione. Ho però l’impressione che i nostri amministratori si siano cullati e fidati un po troppo delle promesse di Sainato… In buona fede, s’intende. In ogni caso è chiaro che la mancata realizzazione / adeguamento  del campo è una promessa non mantenuta, che peserà sul giudizio degli (alcuni) elettori tra 2 anni, come è giusto che sia ed è una responsabilità che ci si deve assumere.

  10. Caro Emanuele ti devo dire una cosa che si sentiva in giro un po’ di tempo fa’……
    Allora l’Ing.Seinato il campo non lo fara’…….Lui da quanto si sente in giro non costruira’ piu’ per vari motivi…..E ti dico anche quelli economici……Cmq resta il fatto che a noi cittadini l’urbanizzazione la dobbiamo pagare prima che iniziamo i lavori….mentre al suddetto l’urbanizzazione si puo’ pagare quando vuole o neanche pagarla…….facendo promesse del tipo "Faccio il campo Sportivo e siamo apposto"Questa storia e’ andata a finire a "Tarallucci e Vino".Sulla planimetria del villaggio c’e’ disegnato!!!!Ma il campo dov’e’?Ma’…..Cmq l’amministrazione se’ fidata cecamente delle promesse…………
    Resta il fatto che il prossimo anno sicuramente non si giochera’ piu’……
    Aspettiamo alle prossime elezioni comunali!!!!!Ne vedremo delle Belle!!!!!
    Ciao…..
     
     
     

  11. calma ragazzi!!!!!!! non fate dichiarazioni troppo azzardate…. prima o poi qualcuno spiegherà i motivi, sempre che ci sia ancora qualcuno che lo voglia sapere, io sono convinto che tra un pò non se ne parlerà più. cosi come non si è più parlato di tante altre cose… vogliamoci bene che nulla ci costa…. tanto se fra due anni andrà qualcun altro a governare sarà lo stesso…. "lupu on mangia lupu"…. purtroppo abbiamo anche una minoranza incapace a sollevare qualsiasi problema anche a livello speculativo…evidentemente tutto fila liscio…………………………………………………………………………………………ALLORA CHE CAZZO PARLIAMO A FARE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  12. per la precisione… il collaudatore al Lucifero non ha mai dato parere favorevole, ha solo chiesto alcuni accorgimenti in via ufficiosa ma non ha mai rilasciato nessun documento, l’unico documento esistente riguardo al campo che la lega ci ha comunicato porta la data del 16 settembre 2004 dove c’è scritto NON IDONEO per la categoria

  13. Luca, la mia non era una "difesa d’ufficio", ma considerazioni del tutto generali che riguardano le problematiche dei campi sportivi, che mi capita spesso di affrontare in diretta collaborazione con gli omologatori.
    A tal proposito ieri ho incontrato ad un convegno il diretto responsabile per l’omologazione del campo di calcio in oggetto, che mi ha dato delle delle delucidazioni in merito.
    Per quanto riguarda le responsabilità a livello locale, non mi permetto di entrare nel merito, in quanto non conosco nei dettagli la situazione e non tocca a me attribuire delle colpe.
    L’unico consiglio che mi permetto di esprimere è che, a mio modesto parere, ormai è inutile ipotizzare un possibile allargamento del campo, ma è più opportuno prendere in esame un sito alternativo e trasformare l’esistente campo in un complesso sportivo in cui collocare alcuni campi di calcetto o altro.
     
     
     

  14. Caro Domenico, parliamo perchè, come per il volerci bene, nulla ci costa e solo questo ci rimane. E poi fin quando il dibattito resta su toni civili è anche bello confrontare le proprie idee, le proprie opinioni. Trovo ad esempio la proposta di Giuseppe di trasformare l’attuale campo in un centro sportivo polivalente una magnifica idea e mi auguro che un giorno la si possa anche realizzare.
    Detto questo non penso che i nostri amministratori abbiano bisogno di difensori d’ufficio, così come sono sicuro che al momento opportuno diranno la loro non solo su questo, ma sui diversi problemi ed argomenti del paese, non certo per rispondere a me, ma almeno ai lori elettori.

  15. Emanuele, condivido pienamente quello che dici.
    Il dibattito l’ho trovato anche io molto interessante e diventa non solo una forma  per porre dei problemi, ma anche un tentativo di ipotizzare delle possibili soluzioni. Più teste sono meglio di una.
    E’ utile, inoltre, come tu affermi, sentire l’opinione dell’altra sponda.
    Perciò ritengo importante che gli amministratori pubblicizzino di più il loro operato e rendino i cittadini più edotti sullo stato dei vari problemi che interessano il paese e ciò che loro stiano facendo per risolverli.
    Ciò, a volte, anche nel loro interesse al fine discolparsi di colpe che alcune volte possono avere ed altre volte no.
    Con stima Giuseppe.
    P.S.: Ma hai delle novità sui lavori del sottopasso ferroviario?

  16. non era mia intenzione sottrarmi alla discussione ne tantomeno distogliervi dalla stessa, anzi , anche io sono convinto che più si parla di una questione e meglio è, permettetemi però di essere INCAZZATO… è chiaro che se lo faccio è perchè credo nelle capacità di chi ci amministra e sono convinto che quando sarà, si assumeranno tutti gli oneri e gli onori degli ultimi 10 anni di amministrazione, conoscendo in parte la vicenda campo sportivo posso assicurarvi che inizialmente è stata presa veramente a cuore in particolare il sindaco ha lavorato su veramente tanto… m’incazzo perchè non ci si può annegare in una pozzanghera, ma bisogna coglire l’attimo giusto, e quest’attimo secondo me è passato ma nessuno se ne accorto oppure non ha voluto, per qualsiasi motivo, non costa nulla dire le cose come stanno senza girarci attorno ed è giusto e onesto che vengano date delle risposte, non a me, ne agli elettori di primavera andreolese ma a tutti i cittadini, poi, ognuno di noi saprà valutare, sicuramente questa vicenda peserà parecchio e sarà sottolineata in rosso nel programma amministrativo.

  17. Vabbè, nell’attesa che questa o la prossima amministrazione, la curia, la provincia, la ue, l’onu, la federazione dei pianeti uniti della costellazione di Orione, risolvano il problema del campo… rilancio l’idea di sfruttare il palazzetto con una squadra di calcetto. Se ci fosse, per puro caso, una persona che ha già dimostrato di saper gestire una società, e sempre che ne abbia la voglia e l’entusiasmo, si potrebbe realizzare qualcosa di buono e sicuramente potrebbe contare sulla collaborazione di molti.

  18. Eccomi qua… noto con piacere che per avere una bella discussione bisogna parlare solo di sport!
    Perdonatemi la battuta, ma non ho resistito… è solo che ritengo ci siano argomenti più importanti, ma tant’è…
    Caro Domenico, avevo capito che con la tua frase finale non volevi sottrarti alla discussione e che eri giustamente incazzato, come lo siamo tutti noi, anzi sicuramente più di noi visti i tuoi trascorsi nella società. E ti credo anche quando dici che l’amministrazione aveva preso a cuore il progetto del nuovo campo sportivo. Ricordo benissimo che quando la squadra è salita in II° categoria non si parlava d’altro. Quello che è successo dopo non lo so, come non conosco i motivi per cui il progetto si sia arenato. Se sai qualcosa ti prego di renderci partecipi, non per dare giudizi o fare polemica, ma semplicemente per capire.
    A proposito invece della mia frase finale vorrei aggiungere che voleva essere solo una provocazione (nel senso buono). In sette mesi, come tutti avete avuto modo di leggere, sono stati affrontati tanti e diversi argomenti eppure l’unica volta che ho avuto il piacere di ospitare un commento di un nostro amministratore è stato in occasione di un fatto personale che lo riguardava direttamente.
    Concludo dicendo che l’idea di Mario è una splendida idea e che anche secondo me la persona giusta per questo progetto, viste le capacità e le conoscenze, è Domenico.
    P.S. Giuseppe del sottopasso non so nulla… Francesco Ranieri dovrebbe probabilmente essere più informato.

  19. Sono anche io convinto che l’idea di Mario sia un’ ottima idea.
    Ne abbiamo più volte discusso insieme e su questo punto ci siamo sempre trovati in sintonia.
    Infatti sarebbe bello che al palazzetto giocasse oltre alle squadre dei paesi vicini anche una squadra di S. Andrea.
    Per quanto riguarda l’omologazione per il calcio a 5, il palazzetto risulta già omologato, come risulta dai verbali agli atti del Comune.
    Anzi è stato proprio l’omologatore, lo stesso del calcio a 11, che in una delle visite di sopralluogo si rammaricava sul fatto che con una struttura del genere a S. Andrea non si formi una squadra di calcio a 5.

  20. Sono anche io favorvole allo sfruttamento del nuovo palazzetto con una squadra ufficiale di calcetto, " ma anche" a che i cittadini possano giocarci presto, gratuitamente è ovvio gli andreolesi che già pagano il mutuo, a pagamento gli altri abitanti del compensorio, che già si recano altrove, pagando cifre, che da noi almeno sarebbero giustificate dalla qualità della struttura.
    A tal proposito, omologazione a parte, mi risulta che di fatto imperdirebbe l’ uso per fini calcistici del palazzetto, la mancanza di una rete di protezione da piazzare dietro le porte, onde evitare il distacco dell’ intonaco ed altri piccoli danni dovuti alle
    " pallonate". Da una mia rapida indagine via internet , la spesa per ovviare a questo piccolo ostacolo non dovrebbe superare 
     i 1000 euro compresa la posa in opera. Spero che almeno entro l’ estate questo intervento minimo possa essere compiuto, visto anche che la spesa sarebbe facilmente recuperabile; e ciò darebbe modo anche agli andreolesi di iniziare a godere della loro struttura.

  21. Beh, diamo a Cesare quel ch’è di Cesare, l’idea del calcetto l’ha avuta e portata avanti Miku, solo che mi è parso di capire che in seguito agli ultimi eventi politico sportivi amministrartivi, egli ritenga che non ci siano le condizioni per portare avanti tale progetto. Vedremo in seguito se ci saranno queste condizioni e sopratutto l’entusiasmo e la voglia….
    Per ciò che concerne la fruizione del palazzetto da parte degli andreolesi, credo sia senz’altro un diritto imprescindibile.Passi per questa prima stagione di assestamento e "sovraffollamento", ma dal prossimo autunno dovranno esser rese disponibili e riservate delle fascie orarie per i paesani. Non so se gratis, ma considerato che per fare una partita a giropaco al vento, nel fango e/o sotto l’acqua, ci vogliono 40 euro, anche un contributo di una ventina di euri (2 euro a giocatore), sarebbe ben tollerato.
     

  22. Beh, pare che per l’utilizzo del palazzetto siamo tutti d’accordo… almeno noi! E vi dirò che per il calcetto non vedo nemmeno scandalosa una tariffa da 50€ all’ora, forse anche poco visti i comfort della struttura. Credo che saremmo tutti d’accordo anche che gli abitanti possano o debbano pagare di meno, certo non spetta a noi decidere come e quanto. Speriamo solo che presto si riesca a scendere dagli spalti e ad abbandonare lo stato di spettatori per essere protagonisti almeno di una partita a calcetto.

  23. …condivido pienamente la brillante idea di Mario (o Mico chi che sia), anzi secondo me…se si ritagliassero un paio di giorni fissi a settimana ma anche un range di orario tutti i giorni (ma non so quanto tempo ora sia già riservato ai vari affittuari…spero non 7 giorni su 7 e h24) dedicato solo ed esclusivamente al calcetto si potrebbe anche pensare di far guadagnare qualche soldo in più all’amministrazione in maniera costante e organizzata.
    Ora non so come si organizzino già adesso per la manutenzione e la pulizia della struttura ma immagino che, se la fittano alle squadre di pallavolo del circondario, qualcuno che se ne occupa già ci sia. A questo punto non costa nulla…o quasi "incastrare gli orari" e riuscire così a tirar su seriamente qualche soldo in più anche col pallone…però perdonatemi…a pagare devono pagare tutti…e penso anche in egual misura…sennò va a finire che il palazzetto si trasforma in un piccolo feudo praticato solo da pochi…eletti…andreolesi, e sappiamo bene che succederà così…e in mente mia questi eletti già me li immagino…:-)
    Perdonatemi se con queste ultime due righe magari ho fatto storcere il muso a qualcuno, ma sono convinto di quello che penso…comunque sia…saluti a tutti

  24. Libere opinioni in libero spazio… e mi pare che qui da me non ci sono certo problemi per chi vuole dire la sua. Ribadisco, come ho sempre fatto, che fin quando si resta su toni civili ed educati, anche se duri ed aspri, il confronto è il benvenuto. Quindi Andrea non farti nessun problema ed esprimi liberamente le tue opinioni ogni volta che ne senti il bisogno. Detto questo mi sento di aggiungere che in effetti il problema potrebbe anche sorgere, ma ad esso si può tranquillamente ovviare con un serio e pubblico regolamento, affisso magari in una bacheca esterna al palazzetto dove potrebbe trovare posto magari anche il calendario degli eventi che si svolgono ogni mese.

  25. Ciao a tutti,e’ incoraggiante notare come un semplice dibattito su questioni sportive possa coinvolgere e destare l’interesse di così tante persone che hanno letto e lascito commenti a riguardo. Ciò sta a significare quanto la discussione genuina possa arricchire di contenuti e di idee il dibattito locale sui vari problemi che ci riguardano. Infatti, dalla critica costruttiva e propositiva è possibile ritrovare dei nuovi stimoli sia per i cittadini che per tutti gli amministratori. Dai commenti emerge la voglia dei tanti cittadini andreolesi di essere a conoscenza delle problematiche, e di sapere le ragioni che hanno impedito a S.Andrea di avere il campo sportivo che merita. Credo che sia doverosa una risposta dei nostri amministratori, oltretutto, è anche nel loro interesse dare delle motivazioni che giustificano la mancata costruzione dell’impianto sportivo.

  26. Per passare dalle parole ai fatti, secondo me, sarebbe bello che quest’estate l’ U.S. Andreolese, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, organizzasse un torneo di calcio a 5, da disputare in notturna presso il palazzetto, a cui chiunque potrebbe iscriversi.
    Potrebbe essere un punto di partenza per cercare di coinvolgere il pubblico di S. Andrea e dintorni e per valutare l’interesse verso il calcio a 5.
    Credo che l’iniziativa riscuoterà molto interesse.
    Tale iniziativa potrebbe poi essere estesa anche ad altri sport.

  27. Comunicazione di Servizio:Ragazzi, usate i cognomi, anche sugli altri blog, se no ci si confonde, cmq il Giuseppe senza cognome dovrebbe essere Stefanucci, mentre Ammendolia mette il cognome

  28. Si, penso che risolto il problema delle reti "antinonsoche", si potrebbe cominciare già quest’estate con il calcetto… e credo che non bisognerebbe nemmeno scomodare così tante persone come dice Giuseppe.. in fondo di tornei estivi di calcetto ne abbiamo già due!

  29. Sarebbe molto interessante organizzare qualcosa per l’estate……RAicordatevi ragazzi che con un po’ di collabborazione si puo’ fare tutto……Credo che a Sant’andrea manca la collaborazione (su alcune persone)……..Cmq Emanuele,quelli li chiameresti tornei estivi?
    Ma’…..Speriamo che si risolva il problema del campo sportivo…..e poi per che no’ organizzare dei tornei di calcetto A5 in palestra……
    SPERIAMO DAVVERO CHE CAMBIA QUALCOSA!!!!!
    Ciao…….
     

  30. …Manu, sai cosa mi era venuto in mente di chiederti, ricordo che qualche mese fa sul blog di Francesco si parlava di lungomare e cose affini (…ho lasciato anche un intervento a riguardo),  comunque…ed estendo la domanda a tutti i lettori di "Riflessioni sulla spiaggia di Sant’Andrea…e non solo!" 🙂 ho un pensiero che di tanto in tanto fa capolino nella mia testa…ma quel passaggio improbo per accedere all’orso polare (quello vicino alla spiaggia)…ma pure quest’anno si "appara" con una ruspa…o si pensa FINALMENTE a un qualcosa di più "garbato", più funzionale e…duraturo…tipo na strutturina "ad oc"…tutta dedicata:-)) ?…Immagino cosa mi direte…qua stiamo a carissimo amico coi lavori del sotto passo ferroviario figuriamoci se ne iniziano di nuovi…(anche se le due cose penso siano ben scollegate tra loro)…….insomma c’è qualcuno che paventa qualche soluzione ….a breve termine…o è na cosa che manco passa per l’anticamera del cervallo dell’amministrazione?
    ..Comunque era giusto così…per lanciare un nuovo dibattito…magari Manu, fai uno dei tuoi mini reportage fotografici…ma soprattutto scrivici due righe…pungenti al punto giusto…come solo tu sai fare:-)…non vedrei l’ora di leggerle!!!!!!
    Ciao a tutti…
    Andrea……….Arena
     

  31. Se non erro, intervenire sui corsi d’acqua e relativi argini, etc., è abbastanza complicato, specie se si tratta di torrenti che  potenzialmente possono fare o hanno fatto danni, come appunto il "cupito"  nel 2000, mi pare che la competenza in questo caso sia della regione. Di certo con un po di buona volontà non dovrebbe risultare impossibile ma ho l’impressione che dobbiamo ringraziare chi "abusivamente" dà quella spianata con la ruspa ogni anno. Sull’argomento sicuramente Giuseppe Stefanucci ne sa più di noi e ci può "illuminare"…

  32. Chiamato in causa rispondo.
    PREMESSO:
    che il ponte da realizzare ricade in un’area a rischio di inondazione R4 di cui al Piano per l’assetto idrogeologico (PAI) dell’Autorità di Bacino della Regione Calabria che sono disciplinate dall’art. 21 delle Norme di attuazione e misure di salvaguardia che così recita:
    "Nelle aree predette (rischio di inondazione R4) sono vietate tutte le opere e le attività di trasformazione dello stato dei luoghi e quelle di carattere urbanistico e edilizio, ad esclusiva eccezione di quelle di seguito elencate:………..,g)ampliamento e ristrutturazione delle opere pubbliche o di interesse pubblico riferite ai servizi essenziali e non delocalizzabili, nonchè la sola realizzazione di nuove infrastrutture lineari o a rete non altrimenti localizzabili, compresi i manufatti funzionalmente connessi, a condizione che non costituiscano ostacolo al libero deflusso, o riduzione dell’attuale capacità di invaso".
    Considerato, inoltre, che per tale zona l’autorità di Bacino ha effettuato uno studio di dettaglio in cui risulta che la sezione idraulica del torrente è insufficiente già a monte.
    Si può concludere che la realizzazione di tale opera risulta molto complicata e comunque bisogna  chiedere, prima,  allegando le opportune verifiche idrauliche, l’autorizzazione all’ Autorità di Bacino, che dovrà valutare se il manufatto in oggetto possa costituire un ostacolo al libero deflusso delle acque.
    Ad aggravare uleriormente il problema si può aggiungere che sull’area interessata al manufatto esistono i vincoli tutori riferiti al  D.Leg.vo 22 gennaio 2004 n°42 – Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137- (G.U. 24-02-2004 n°45) in quanto trattasi di “territori costieri compresi in una fascia della profondità di 300 metri dalla linea di battigia, anche per i terreni elevati sul mare” e pertanto BISOGNA CHIEDERE L’AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA- AMBIENTALE alla Provincia di Catanzaro ed alla Sovrintendenza di Cosenza , che si esprimeranno sulla compatibilità ambientale di tale opera.
    Infine l’opera ricade su proprietà demaniale e quindi entra in gioco anche la Capitaneria di Porto di Crotone, Genio Civile opere marittime, Dogana ecc. ecc.
    Spero di essere stato esaustivo e di non avervi annoiato.
    Saluti, Giuseppe Stefanucci (così non ci sono equivoci).

  33. Visto, andrea? Quando si chiedono le informazioni alle persone giuste…

  34. Mario, poi ti mando la mia parcella…….. Scherzo se ci sarà bisogno di qualcosa sul cinema, musica, telecomunicazioni, internet o altro farò riferimento a te. Per Andrea: salutami tuo cugino Vincenzo, andavamo a scuola insieme, e complimenti anche a te per il blog da andreolese doc. Per Emanuele, scusami per il commento ingombrante, pirtroppo me ne sono accorto dopo che l’ho pubblicato.

  35. parcella? mi raccomando la fattura, ad andrea però che era l’interessato, io vado a mare alla bussola…

  36. Tornando al tema originario del post sul calcio locale, complimenti all’US Andreolese per la sonante vittoria a CZ, anche senza il portiere titolare che, come sapete, non gioca per protesta.

  37. Ormai si va a vanti a ruota libera… tipo forum! Ma va benissimo così…
    Caro Giuseppe il tuo commento è stato assolutamente perfetto e chiarificatore, per la lunghezza non farti problemi, nemmeno in futuro, e scrivi pure quanto ritieni opportuno. Si sa, le spiegazioni tecniche possono essere lunghe e noiose, ma sulla precisione non ci piove! A proposito di piogge, e torniamo sull’argomento pontino, mi sembra di capire che la cosa sia lunga e con una trafila di richieste ed autorizzazioni quasi interminabile (solite cose all’italiana), ma complicato non vuol dire impossibile. E poi, se a nord del porto di Rimini il litorale è stato completamente protetto con difese longitudinali staccate (scogliere emerse) per produrre un sensibile avanzamento della spiaggia, non ditemi che un ponticello carino e tutto ricamato con mattoncini a noi non ce lo fanno fare…

  38. …anche da parte mia un senito ringraziamento all’ Ing. Stefanucci per la dettagliata spiegazione…a tal proposito permettetemi di dire che è proprio vero che la burocrazia rallenta il mondo…
    …comunque sia, una ormai celebre frase della TV dice: "Impossible is nothing"…ed io aggiungerei "bastano li sordi!!"…
    …ed inoltre, ma scusate tanto…ma parlano di MEGA LUNGOMARE STRAFIGO, di creare un collegamento fino a San Sostene (fonte Sant’Andrea Blog), di cazzi e mazzi, e mo’ il problema diventa il passaggio del cupito??
    E ancora, mi pare che dopo l’alluvione del 2000 (10 settembre??…mah mi pare di si) abbiano fatto dei lavori di ampliamento e protezione dell’alveo e ora vengono a dire, cito testualmente le parole di Giuseppe "l’autorità di bacino dice che la sezione idraulica è insuficiente già a monte???!!!!???!!!"…è chi li ha progettati i 500 metri o più di argini che costeggiano la strada che porta al mare??? IO??? no…la stessa gente che ora dice che sono troppo stretti???…sì…a beh…come si dice…"s’a cantanu e s’a sonanu e suli"…ma sì…da noi poi fanno i porticcioli inutili capito…quelli che servono solo a distruggere le linee di costa vicine e che di barche non ne vedono manco col cannocchiale…
    Il concetto di utilità è molto vago devo dire…bene allora direi che si può continuare con il rally di Sant’Andrea…ora capisco perchè in paese l’estate scorsa ho visto un incremento considerevole di SUV, voi non l’avete notato???…pensavo che fosse perchè cominciavano a girare più soldi…ma invece mi sa che è per scendere in spiaggia in maniera più agevole…:-)!!
    …mi sa che da quest’anno cambio zona pure io…Mario, che c’è posto là alla Bussola???
    …mi trasferisco nella "Sant’Andrea bene";-)…….(era una battuta eh…….che mi trasferisco alla Bussola…:-):-)…)
    L’ultima, per Giuseppe…nel mio space, l’Andreolese doc era riferito ad Emanuele…era: "su consiglio e nu ‘ndrùalu doc"; io penso di non potermi più fregiare di questo titolo ormai… (con mio SOMMO rammarico credetemi…ma solo FREGIARE…perchè ‘ndrùalu sono e mi sentirò sempre)…"doc" significa sì di origine controllata…ed io lo sono…andreolese da generazioni e generazioni da parte di madre e padre…ma poi il titolo va mantenuto!!!!…vivendoci e (soprattutto) partecipando alla vita del paese!!! Comunque sia, frequentare i siti dei paesani e chiacchierare con voi mi ci fa sentire più vicino al mio paesello…spero continui a lungo…ora vi saluto, alla prossima
    Andrea

  39. Una piccola precisazione per Andrea, ma immagino che poi Giuseppe ci aiuterà anche in questo, credo che la sezione insufficiente a monte faccia riferimento ai due pontini già esistenti… vale a dire quello sulla 106 e quello della ferrovia dove, in effetti, la sezione è molto ridotta rispetto alla larghezza che raggiungono gli argini nelle zone interessate dall’ampliamento e nel corso degli ultimi anni è diventata spaventosamente più bassa.
     

  40. …Manu…su quest’ultima affermazione avrei un po’ di perplessità…e non essendo preparatissimo in idraulica (il minimo indispensabile)…mi lascio comunque il beneficio del dubbio…ma il dubbio è forte…molto forte…molto molto forte…diciamo che la distanza da quelle strutture mi sembra considerevole…tale da non influenzare la struttura (eventuale) a ridosso della spiaggia…e comunque non penso che l’autorità di bacino si riferisse a quello…anzi a dire il vero spero che non si riferisse a quello, sennò sarebbe come ammettere ufficialmente che quei viadotti, 106 e ferrovia, sono a rischio e anzi che comportino loro un rischio per la sicurezza.
    Comunque non si può fare altro che COMMENTARE (ed è quello che ho fatto ora…ci tengo a precisare) le delibere e gli "studi" dell’autorità competente…mi interesserebbe conoscere anche il parere di Giuseppe, ma un parere tecnico però…non la lettura delle delibere stesse…tanto quelle…basta che un giorno si decide che si può fare la cosa poi vedi come cambiano…
    Cià

  41. Aspettando il parere tecnico, visto che si parla di mare, qualcuno sa dirmi se ci sarà l’ orso (o jungle beach) quest’estate? Vabbe che vado zona bussola, ma ogni mattina nuoto fino all’orso quindi non necessito di SUV o ponticello 🙂 :)… ma la doccia a gratis dell’orso, quella si!

  42. avevo già sentito parlare di quanto ci ha spiegato dettagliatamente Giuseppe, cmq, volere e potere…. riguardo invece all’andreolese non ho avuto modo di congratularmi col portiere in seconda non per la partita vinta col S.Anna dove si dice che non ha brillato eccessivamente ma nel derby gli ho visto fare un paio di interventi apprezzabili, vista l’età e il fisico credo che dovrebbe aspirare ad altro..

  43. Caro Mario,per quanto riguarda L’orso Polare (Jungle Beach) ci sono state parecchie voci in giro…..La penultima voce e che il Comune di Sant’Andrea gli ha bocciato il progetto perche’ il proprietario voleva fare una base di cemento per costruire il lido…..L’ultima cosa che mi ha detto una persona (Il figlio del proprietario) e che il lido lo costruira’….Non so’ quando inizieranno i lavori…Cmq secondo me dovrebbe gia’ iniziare…..Cmq speriamo d’avvero perche’ l’hanno scorso non era la stessa cosa di due anni fa’…….Ciao a tutti e a risentirci…….
     

  44. Emanuele ed Andrea avete ragione tutti è 2.
    E’ vero che nei due pontini esistenti, che riguardano la S.S.106 e la ferrovia, la sezione idraulica è ridotta e per portate di piena relative a determinati periodi di ritorno, si ha un deflusso delle acque al di fuori dell’alveo naturale del torrente. Ma tale esondazione riguarda solo la zona direttamente a monte cioè una piccola parte dell’abitato di S. Andrea Marina. Le sponde in cemento armato che sono state eseguite lungo il fiume a monte dei pontini, dopo l’alluvione del 2000, hanno migliorato la situazione riducendo i punti critici ed aumentando la capacità di invaso, ma non essendo intervenuti su tali pontini non hanno di fatto risolto completamente il problema.
    E’ vero però anche quello che dice Andrea che la distanza  di quei pontini è considerevole e tale da non influenzare l’eventuale ponte da realizzare. Il problema per tale opera è, secondo lo studio dell’autorità di Bacino, che la sezione del torrente, per portate di piena di una certa consistenza, inizia ad essere insufficiente in prossimità di casa di Vesperino Mazzotta.
    Infine una precisazione sull’orso polare (jungle beach), non è vero quanto dice Roberto, che forse in buona fede ha riportato qualcosa che gli è stato riferito, in quanto il progetto del lido è stato già approvato dalla commissione edilizia comunale e dall’Asl.   

  45. Eliminato l’ultimo commento dell’anonimo di turno, volevo tornare sulla questione Jungle Beach. Le voci che ha sentito Roberto le ho sentite anche io… anzi, quelle che ho sentito io forse sono più autorevoli delle sue. Fatto sta che il progetto del nuovo lido pare prevedesse una base in cemento di circa 400 mq x 10 cm di altezza, ma non è una novità visto che le "spallette" e la rete elettrosaldata sono ancora sulla spiaggia. La novità sarebbe se il comune ha approvato quel progetto! Avendo eliminato a suo tempo (in seguito all’incendio) la base di cemento del vecchio lido, credo che non si possa più parlare di lavori di adeguamento o ristrutturazione ma si tratti di una nuova opera, che ricadrebbe così per forza di cose all’interno della regolamentazione del piano spiaggia.
    Creare un precedente di questo genere (nuova struttura con base in cemento) sarebbe davvero pericoloso.

  46. A questo punto vorrei, se possibile, un chiarimento: quale progetto è stato approvato dalla commissione edilizia? Quello con la base in cemento o uno eventualmente modificato senza base in cemento? Spero il secondo, perchè l’orso è orso e viva l’orso, ma di cemento sulla spiaggia ce n’è fin troppo.

  47. Uno senza base in cemento. E poi la commissione edilizia esprime solo un parere consultivo in quanto sulla spiaggia entrano in gioco diecimila enti ed ognuno si esprime in merito. Qualunque cittadino voglia costruire qualsiasi lido deve rispettare non solo le leggi comunali, ma anche quelle regionali e nazionali, ciò soprattutto nel suo interesse.

  48. Ogni tanto buone notizie, complimenti all’orso "ecologico" e nell’attesa di vederlo realizzato e di poterlo frequentare, facciamo i complimenti anche a chi ha bocciato il primo progetto col cemento, non so se il sindaco o la commissione edilizia o entrambi.

  49. Visto che ormai questa pagina è quasi un forum, mi sfogo un attimo anche io sperando di dirvi qualcosa di interessante.Chi conosce la Legge Regionale n° 26/2004? Nessuno? Ok, ve lo dico io è la legge Occhiuto per il Programma di Stages nella pubblica amministrazione, oggetto della legge è "Incentivi alla residenzialità dei giovani
    laureati per lo sviluppo in Calabria dell’economia della conoscenza" e questa bella leggina prevede 250 (ora aumentati a 500) voucher formativi per l’impiego di laureati nelle amministrazioni pubbliche calabresi. La durata degli stages retribuiti è di 2 anni (€1000 x 24 mesi) e il concorso per partecipare è a soli titoli. Per quanto riguarda la partecipazione delle amministrazioni queste devono muovere una manifestazione di interesse entro i termini stabiliti dal regolamento di attuazione (11.02.08). I posti disponibili per la provincia di Catanzaro sono (o meglio erano):Ambito Amministrativo 11 (ora 22)Ambito Contabile 11 (ora 22)Ambito Tecnico 11 (ora 22)Ambito Scientifico 7 (ora 14)Ambito Socio-Statistico 6 (ora 12)A Sant’Andrea poteva interessare una cosa del genere? Probabilmente un dipendente laureato in organico per due anni a costo zero non sarebbe stata una cattiva cosa. Per il meccanismo di ripartizione dei posti, l’assegnazione di uno stagista al nostro comune non sarebbe stata certa (non vi spiego il perchè, andate a leggere il bando) oggi cmq assai probabile, e partecipare sarebbe stata una cosa banale.I nostri amministratori probabilmente perchè poco attenti (spero, ed è comunque grave) si sono fatti scappare quella che potrebbe rivelarsi (per le amministrazioni che hanno partecipato) una opportunità.Tra le persone che conosco e che stanno attente ai vari bandi del GAL e della Regione capita spesso di sentire dire "c’era il bando per questa cosa e il mio comune non ha partecipato!" e cose del genere. Questa è una cosa frustrante! Ok l’attività amministrativa è complessa, impegnativa, non sempre si riesce ad ottenere i risultati sperati benche ci si sforzi di farlo, etc. etc. Accettiamo per un attimo tutte queste giustificazioni, ma non gli si chiede di inventare nuovi metodi e strumenti per cambiare le cose, ma almeno di stare attenti a non farsi sfuggire le opportunità che si presentano.Cmq per chi volesse approfondire l’argomento:http://www.consiglioregionale.calabria.it/hp2/stage/default.aspQui la lista degli enti che hanno aderito:http://www.elezionipolitiche2008.com/root/documenti/Enti_interesse/COMUNI.pdfSe qualcuno ne sa di più o se qualcuno dell’amministrazione ha qualcosa da dire a riguardo o spiegare il motivo per cui San’Andrea non ha aderito sarebbe fantastico, io mi sono fatto l’idea solo sugli atti (tutti) disponibili in rete.

  50. Mi unisco volentieri alla discussione messa in campo da Emi! Concordo appieno con quanto messo in luce da te … e approfitto per sollecitare qualche intervento-chiarimento in merito da parte dell’Amministrazione, visto che ufficialmente è a questa che bisogna far riferimento! Presumo si sia trattato di “distrazione” perché esprimere una MANIFESTAZIONE DI INTERESSE sarebbe stata operazione quanto mai celere per gli enti preposti.,..e poi dico, un finanziamento pubblico di questo genere..dai come si fa a lasciarselo scappare!
    Certo quella dei voucher formativi non è una prospettiva a lunghissima durata (anche se due anni non sono mica da disprezzare!) ma senz’altro un’occasione a breve termine assolutamente realizzabile… quanto mai superfluo ricordare che sarebbe stata una buona occasione per entrambe le parti: attività di formazione professionale per giovani laureati calabresi  (magari anche andreolesi!) e stagisti di buona volontà per l’ente. Manuela

  51. quasi dimenticavo…un salutone a chi ospita queste nostre "chiacchiere" (!):-)
       Manuela

  52. Non capisco una cosa: Il bando parla di 500 posti a livello regionale e i requisiti per concorrere sono, ovviamente, la laurea e la residenza in calabria da 3 anni, niente altro e i posti sono divisi a livello provinciale. NULLA VIETAVA AD UN RESIDENTE A S.ANDREA DI PARTECIPARE AL BANDO, BASTAVA SAPERLO! Anche se il comune non ha manifestato l’interesse. L’andreolese in caso di vittoria del concorso non avrebbe fatto lo stage a S.Andrea ma sarebbe comunque andato a farlo in un ente del territorio della provincia di Catanzaro. Questa cosa magari sarebbe avvenuta anche se il comune manifestava e otteneva un posto e due andreolesi avessero vinto il concorso: uno sarebbe rimasto a S.Andrea, l’altro in un ente vicino. Ad esempio anche Soverato ed Isca non hanno manifestato l’interesse, a quanto si legge nell’elenco del link nel commento di Emilio. Quindi, Manuela, come vedi non c’era nessun finanziamento da lasciarsi sfuggire, i posti c’erano comunque, forse in locazioni meno comode di Piazza Berlinguer, ma c’erano.Quindi se il post di Emilio è il solito attacco strumentale all’amministrazione esso si commenta da se.
    Ad ogni modo, aspettando sempre che qualcuno dell’amministrazione ci faccia sapere, se il post di Emilio voleva invece essere una critica generale a chi poteva sapere o addirittura sapeva e non ha pubblicizzato la cosa, allora mi trovo d’accordo con la sua critica. Ma insieme all’amministrazione (tutti e 13, anche la minoranza in vacanza) vanno criticati anche tutti quei personaggi (di destra e di sinistra) che periodicamente si presentano A S.Andrea a chiedere voti, anche ad esempio Peppe Calabretta che ha MOOOLTO a che fare con la regione ed è dello stesso partito (UDC) e amico di Occhiuto ed è sempre qui a "bicchieriare", i vari assessori Mirarchi (AN) che qui ha preso 400 voti, tra l’altro neanche Isca e Soverato amministrate dalla destra hanno manifestato l’interesse, tanto per ribadire che  non è questione di destra o sinistra.Basta infatti andare un po più a fondo nella cosa e non ci vuole molto a capire che questa è la solita legge ad hoc della regione calabria in cui i funzionari di partito sistemano (almeno per 2 anni) amici e compagni…

  53. Ho forse, dimenticato di fare una premessa fondamentale….io quel bando l’ho scoperto praticamente quasi sullo scadere… ma sn riuscita ugualmente a presentare domanda e poco importa, in fondo, se io abbia impiego sotto casa o ad un’ora da qui!il fatto è che, visto che si parla così tanto di voler dare una mano a questi giovani senza impiego, questa sarebbe stata l’occasione perfetta per adoperarsi in tal senso!
    Non si tratta di attacchi strumentali piuttosto di non poter ignorare disattenzioni di questo, come di molti altri comuni del Comprensorio, che credo non siano molto in linea con l’efficienza che dovremmo da loro pretendere!

  54. Ciò dimostra ancor di più che quasto bando andava pubblicizzato a tutti i livelli: comune, provincia, regione, partiti politici. E mi convince, caso di Manuela a parte, che sia stato appannaggio di pochi eletti, gli amici degli amici informati dagli amici degli amici.

  55. Anche stasera mi vedo costretto ad eliminare un commento semi/anonimo abbastanza inutile. E, tanto per chiarire il concetto, vi ripeto che:
    potete scrivere tutto quello che vi passa per la testa purchè non sia offensivo e SOPRATTUTTO avendo le PALLE di farvi riconoscere, mettendo il vostro nome, quello vero, non nomi di fantasia, inventati o secondi nomi che nessuno conosce. Se credete in quello che scrivete metteteci la faccia, altrimenti andate ad attaccare volantini anonimi per strada!
    Detto questo e dopo aver salutato e ringraziato Manuela Alessia [ 😉 ]  per il suo prezioso contributo, rispondo velocemente a Mario. Credo che non ci fosse nessuna intenzione da parte di Emilio, ma questo potrà dircelo sicuramente lui, di fare un attacco strumentale. La nostra amministrazione ha avuto diversi grattacapi in questi ultimi mesi e può capitare che "sfugga" qualcosa, ma, caro Mario, sarebbe paradossale andarsi a lamentare a Isca o a Soverato del fatto che a S.Andrea non sia stato pubblicato il bando… che poi loro l’abbiano fatto o meno non interessa, noi è qua che abitiamo.

  56. beh dal post di Emilio sembra che sia solo colpa dell’amministrazione e che nessuno abbia pouto fare la domanda e non è così, come sai diffido di chi dice tutto bene e di chi dice tutto male di qualcosa, compresa la nostra amministrazione, che pur sostenendo, ho elogiato in molti casi ma anche criticato in altri, come in questo caso,

  57. Caro Mario, su questa cosa ci troviamo d’accordissimo… so bene anch’io che non è tutto bianco o tutto nero. E il bello sta proprio nelle sfumature. Io stesso ho scritto che, avendo tanti "pensieri per la testa" è normale che qualcosa possa sfuggire. Detto questo però, e analizzando la cosa da un punto di vista esterno (perchè non sono nè amministratore, nè laureato), credo che l’interesse maggiore sarebbe dovuto essere dell’amministrazione. Questo non vuol dire che do a loro la colpa per il fatto che non sia stato pubblicato il bando. Sicuramente c’è anche un problema di "comunicazione" tra enti. Se la Regione Calabria fa una legge che interessa i comuni, il minimo sarebbe informarli tramite mail o fax. Sempre che la cosa (come ha scritto tu) non sia rivolta solo agli amici degli amici e che non si tratta del solito concorso ad hoc con cui i politici di turno si mantengo l’elettorato…. a spese nostre!

  58. Una legge che riguarda i comuni ma ancora di più i laureati calabresi, quindi, con tutti i soldi che spende la regione, una pagina sulla gazzetta del sud…
     

  59. Mario, avevo scritto un preambolo un po lungo xkè mi hai fatto girare i coglioni con la storia del "solito attaco strumentale" ma poi te lo dico di persona visto che sono arrivato stasera a sant’andrea. : ) cmq non mi far passare per fazioso, anzi penso sia più utile se evitassimo di esserlo tutti! ; )ti assicuro che non voleva essere un’attacco ma solo uno sfogo, un’informazione per i quattro amici che scrivono sul blog. ritornando al vivo della questione.. la legge è stata "pubblicizzata" (è finita su i giornali) mentre x il bando non penso ci sia stata una campagna di informazione, comunque si sapeva, anche perchè era in evidenza nella home del consiglio regionale da mesi.Ad ogni modo mi sa che abbiamo fatto un po di confusione su qst punto. x risp ad emanuele la comunicazione tra gli enti c’è e si chiama BURC Bollettino Ufficiale della Regione Calabria, sul quale è stato pubblicato anche qst bando e tutte le amministrazioni comunali lo ricevono. Per quanto riguarda il fatto che "nulla vietava ad un residente a sant’andrea di partecipare al bando" ci mancava solo che esser residenti qui fosse un fattore discriminante..   ehehehehe : )Non rimprovero all’amministrazione il fatto di non aver pubblicizzato qst bando, i giovani laureati calabresi per fortuna sono svegli e attenti cm dimostra Manuela (e poi il compito di farlo arrivare a tutti è di chi promuove qst intervento, dunque il consiglio), ma il fatto di non aver partecipato a qst e di aver perso l’opportunità di poter usufruire delle prestazioni e delle competenze di un dottore e tutto questo AGGRATISI! Vabbo nda parrammu duappu (spero), vaju e ni curcu ca è quasi matinu!un saluto a tutti, un bacio a manu :*

  60. Beh caro Emilio, io ho scritto che se il tuo era un attacco strumentale allora si commentava da se, se invece era una critica in generale era condivisibile, se poi temi di passar per fazioso non saprei… io non ho parlato di faziosità, e il tuo invito a non essere faziosi riguarda chi vede tutto nero e tutto bianco di questa o quella cosa, io sono di parte e lo dico chiaramente, ma se devo fare una critica la faccio. Ci sono alcuni invece per cui questa amministrazione è tutto oro colato,  molti altri per cui è tutto male dal 2000 ad oggi: questa è faziosità. Tu dove ti collochi? 🙂
    Ps: non farteli girare i "maroni" (preferisco questo termine al tuo:)… non ne vale la pena 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: