Pubblicato da: Emanuele Codispoti | 8 dicembre 2007

Sant’Andria porta la nova…

… u quattru Vàrvara, u sia Nicola, l’uattu Maria, u tridici Lucia, u vinticincu u Veru Missia.
Come recita l’antico proverbio della civiltà contadina calabrese, Sant’Andrea Apostolo annucia l’arrivo delle festività natalizie. E col suo arrivo cominciano anche i preparativi per addobbare case, vetrine e strade.
Quest’anno per fortuna (o purtroppo, a seconda i punti di vista) l’illuminazione nelle nostre strade è arrivata pochi giorni prima la festa del patrono. Tanto meglio, piuttosto che aspettare la settimana prima di Natale come l’anno scorso… ma torniamo ai giorni nostri.
L’illuminazione sulla statale 106 è molto più sobria ed elegante di quella dell’anno scorso, troppo esagerata e pomposa forse, anche se bellissima. Io poi sono molto tradizionalista e mi piacciono le cose semplici. Certo l’argomento ricade nella sfera dei gusti personali, quindi ognuno può dire la sua…  ma devo fare veramente i complimenti al nostro assessore per la scelta dell’illuminazione della marina. In paese invece le luci non tanto mi piacciono. Preferivo quelle più semplici dell’anno scorso. Il "cordone" verde che richiama i rami dell’abete con lucine gialle e fiocchi rossi è il massimo. Detto questo permettetemi però una piccola riflessione.
In questi giorni mi sono posto una domanda: ma è proprio necessario tenerle accese tutta la notte? Non si può mettere un timer per regolarne lo spegnimento dopo una certa ora? Che ne so… all’una? In fondo a quell’ora le luci natalizie non servono proprio a nessuno e si risparmierebbero anche 4/5 ore di corrente.
Tanto? Poco…? Non credo sia questa la cosa più importante.
Ci sono gesti che vanno ben oltre le mere questioni contabili.
Annunci

Responses

  1. Quindi Sant’Andrea è ufficialmente entrato nel natale 2007!!…Dai Manuè metti un paio di foto sul blog così ci dai qualche anticipazione sul panorama addobbato a festa del paesello…anche solo della marina…
    Se vuoi un parere sul tenere accese "all night long" le luci…beh dai non sono neanche 20 giorni…si può fare, poi specie dopo il 22 si sta in giro fino a tardi (quelli che stanno in vacanza si intende)!!Certo se fanno come certi anni che le tengono fino a febbraio allora no! Un’altra cosa, ma chi è l’assessore in questione? Mica Cristian?
    Un saluto

  2. ciao manue’…,proprio ieri e oggi, sono stato a trovare un amico di chiaravalle che vive a castel del piano , in provincia di grosseto.proprio sotto monte amiata….la neve che non ti dico.. poi in paese ,si svolgeva un iniziativa per degustazione ovviamente e vendita di prodotti tipici del posto, dal pecorio di pienza al sangiovese di montecucco all’olio extra di oliva toscano..tutto rigorosamente dove per noi si chimano catoja,da loro in cantine scavate o meglio scalpellate nalla pietra piperina ,tipo lo scoglio che troviamo prettamente su in paese ma meno friabile .Bhe, tutto molto bello e buono,e l’ho trovata visto che comunque anche da noi ci sono prodotti che si potrbbero promuovere seriamente un idea interessante non come sagra ma come iniziativa appunto che promuove le ricchezze di una terra , la nostra, nonostante tutto molto ricca…massimo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: